Logo Fiadda.it


40 miliardi di tagli. Stop al massacro delle persone con disabilità!

slogan pincio"40 miliardi di tagli. Stop al massacro delle persone con disabilità". Questo lo slogan impresso su di un enorme striscione calato dalla terrazza del Pincio di Roma dalla Fish- Federazione Italiana Superamento handicap. Un’azione di protesta per attirare l’attenzione di chi non vuol ascoltare sulla gravità delle conseguenze che i tagli alle politiche sociali previsti dalle recenti manovre finanziarie avranno su 10 mila persone con disabilità e le loro famiglie.

 

 


 

Il giorno dopo l’approvazione da parte del Senato e prima del voto alla Camera sulla manovra da 40 miliardi, la Fish e le associazioni ad essa federate, tra cui la Fiadda, ribadiscono con forza  il proprio NO a questo odio

so crescendo di tagli indiscriminati alle politiche sociali, di cui questa ultima manovra rappresenta solo l’ultimo - pericoloso -  tassello. Infatti, siamo da tempo di fronte ad uno scenario allarmante in cui gli Enti Locali si vedono già costretti alla soppressione di quei servizi che, talvolta faticosamente, mirano all’in


clusione ed all’autonomia di quelle fasce della popolazione più a rischio di marginalizzazione quali bambini, anziani, persone non autosufficienti e con disabilità.

 

A ciò si intende aggiungere, con la manovra da 40 miliardi, la delega al governo per la riforma assistenziale e fiscale (di cui vi è già un disegno di legge) che preannuncia una ancor più drastica riduzione della spesa sociale e dei supporti economici tra cui le pensioni di invalidità e le indennità.  

Una situazione insostenibile per molte delle persone con disabilità e le loro famiglie e che spiana la strada verso l’istituzionalizzazione e l’esclusione sociale, relegandole nuovamente all’invisibilità dalla quale, con grande fatica stanno pia


n piano uscendo. Con un colpo di spugna si vogliono cancellare diritti umani e civili di tutti i cittadini, con disabilità e non, favorendo quell’ impoverimento culturale (oltre che economico) foriero di intollerabili ingiustizie. Questi diritti non possono e non devono soccombere alle logiche dei vincoli di cassa e le proteste proseguiranno finché non sarà garantita la loro esigibilità a tutti i cittadini, indipendentemente dal comune di nascita e dal luogo di residenza e, in questo contesto, l’odierna approvazione del disegno di legge  per l'inserimento del pareggio di bilancio nella Costituzione non promette nulla di buono.

Chiediamo il coinvolgimento nella definizione della riforma assistenziale, che punti alla promozione dei diritti e a dei servizi di qualità incentrati sulla persona e sul suo progetto di vita.

 

Nessun armistizio, ora più che mai è necessario mantenere alta l’attenzione su questi temi che purtroppo non riescono a conquistare le prime pagine dei giornali, se non quando si mette in atto un’azione dimostrativa clamorosa come quella di giovedi 8 settembre.

 

Fiadda

8 settembre 2011

 

Guarda il video dell'azione dimostrativa 

 

Leggi il comunicato stampa della Fish

 

No al taglio dell’assistenza! Fermiamoli con una firma! 18.773 le lettere già firmate, contribuisci anche tu.

 

 


 

Rassegna stampa

Ansa

Avvenire

Corriere della Sera

Il Messaggero

Repubblica 1Repubblica 2

Superabile

Superando

Redattore Sociale

Vita


Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata