Logo Fiadda.it


HANDImatica 2014 – 27/29 novembre

 

Mostra Convegno Nazionale – Tecnologie ICT, inclusione, disabilità.

Istituto Aldini Valeriani Sirani – Via S. Bassanelli, 9 - Bologna

27 - 29 novembre

 

Si è inaugurata oggi la decima edizione di “HANDImatica”, la grande mostra-convegno nazionale, organizzata dalla Fondazione ASPHI, che riunisce ogni due anni a Bologna esperti, aziende, operatori, persone con disabilità e famiglie, sui temi delle tecnologie digitali che possono (e potranno) migliorare la vita delle persone con disabilità e degli anziani non autosufficienti o con fragilità.

L’AGFA - FIADDA Sezione di Bologna è presente con uno stand in cui distribuirà materiali informativi e divulgativi sulla sordità e sull’associazione.  

 

La mostra si articola in un intenso programma di incontri, proposte ed iniziative, che coinvolgeranno esperti, aziende, operatori, persone con disabilità e famiglie. Si sintetizza qui di seguito i momenti più significativi, ripartendoli per tema.

 

Scuola
Saranno numerose, durante HANDImatica 2014, le opportunità di formazione e condivisione di esperienza per tutti coloro che operano nella scuola. Fra esse anche una tavola rotonda in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione (nel pomeriggio di venerdì 28), per condividere le linee guida e casi di buone prassi di una didattica coinvolgente e rispettosa dei diversi stili di apprendimento degli allievi.

 

Lavoro
La partecipazione all’evento del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti (nel pomeriggio di venerdì 28), la sponsorizzazione di Confindustria Digitale e le testimonianze di importanti aziende, quali IBM, Unipol, CISCO, Vodafone e altre, mireranno sia a promuovere percorsi di valorizzazione delle persone con disabilità in azienda, sia a stimolare alleanze per lo sviluppo di nuove tecnologie, utili all’autonomia e alla partecipazione di tutti i lavoratori.

 

“Città intelligenti”

Ormai si parla sempre più spesso di Smart City (“Città intelligenti”), in un contesto di vita ricco di sensori, dispositivi miniaturizzati, reti, smartphone e altre ricadute tecnologiche. E tuttavia, perché una città sia realmente “intelligente”, occorre che abbia al centro le persone e che le tecnologie siano in grado di adattarsi ad esse. A che punto siamo? Sarà proprio il convegno di apertura della manifestazione (giovedì 27, in mattinata) ad affrontare questo argomento, con voci che uniranno la competenza tecnica alla passione umana. 

 

Autismo
Interessanti saranno anche le proposte della manifestazione concernenti i disturbi dello spettro autistico. In particolare, verranno illustrate varie tecnologie (dalla robotica agli strumenti touch), utili appunto alla comunicazione delle persone coinvolte in questi problemi.

 

Dislessia e discalculia

Un convegno tutto dedicato alla dislessia (nella mattinata di giovedì 27) partirà dalle ormai numerose e pluriennali esperienze sul tema, per fare il punto sugli strumenti e le metodologie utili all’apprendimento sia nel contesto della scuola, che in quello del doposcuola e dell’ambiente domestico.

Circa poi le difficoltà con i numeri e le opportunità offerte da una buona didattica della matematica, verranno presentati i risultati e i materiali di un progetto triennale che ha coinvolto circa cinquanta classi della scuola primaria sul territorio nazionale, suscitando notevole interesse.

 

Autonomia e partecipazione

In un’epoca di profondi cambiamenti sociali – non ultimi l’allungamento della durata di vita e il conseguente incremento della popolazione anziana – la tecnologia è impegnata a trovare soluzioni utili a migliorare la qualità della vita di queste persone, pensando in particolare all’autonomia, al mantenimento delle abilità e alla cura a domicilio, che saranno temi centrali della tre giorni di Bologna.

 

Competenze digitali

Un buon bagaglio di competenze digitali è oggi utile a tutti i cittadini, per una piena partecipazione alla vita sociale ed è decisamente necessario in campo lavorativo, per un numero sempre crescente di professioni. La certificazione oggettiva di tali competenze ne accresce il valore e può essere “giocata” anche nella ricerca di un nuovo impiego o di un cambiamento di ruolo all’interno della stessa azienda. Anche, e forse ancor più, per le persone con disabilità.

HANDImatica 2014 sarà quindi possibile avere informazioni sulle certificazioni europee (in particolare sulla nuova ECDL) ed effettuare sessioni di esame o di simulazione.

 

Vedere, provare, toccare con mano

E se il ricco programma di convegni e laboratori offrirà tante occasioni per informarsi e confrontarsi, nell’area espositiva saranno presenti quasi novanta diverse realtà, che permetteranno ai visitatori di incontrare aziende fornitrici di tecnologie, di vedere, toccare, provare e chiedere approfondimenti sulle proprie specifiche esigenze. Inoltre, la partecipazione di molte associazioni consentirà di conoscere realtà cui rivolgersi o con le quali fare rete, mentre l’area ricerca offrirà l’opportunità di uno sguardo a ciò accadrà nel prossimo futuro.

 

E infine segnaliamo…

Le aree delle app (“applicazioni”) e del Fab Lab, animate in particolare dai giovani.
Il ritorno di Alex Zanardi, che già due anni fa portò a HANDImatica la sua testimonianza di vita.
La mostra tattile dello scultore non vedente Felice Tagliaferri.


Un ampio spazio curato dall’Istituto Aldini Valeriani Sirani, con esperienze dirette di didattica inclusiva. 

 

 

Il programma dettagliato degli eventi, seminari, incontri e workshop è reperibile su www.handimatica.com


(tag fiadda | regionale | territori) 27/11/2014
Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata