Logo Fiadda.it


Per un’Europa equa, solidale e inclusiva

Nell'àmbito della campagna europea “The Europe We Want”, il Forum Nazionale del Terzo Settore e CONCORD Italia (Confederazione ONG Europee per l’Aiuto e lo Sviluppo) presenteranno il 5 maggio a Roma, in vista delle Elezioni Europee del 25 maggio, l’appello denominato “Verso un’Europa solidale. Equità, Inclusione, Sviluppo Sociale, Cooperazione, Pari Opportunità”, incontrando tra gli altri i candidati all’Europarlamento di tutti gli schiramenti

 

Nell’àmbito della campagna europea denominata The Europe We Want, ilForum Nazionale del Terzo Settore e CONCORD Italia(Confederazione Organizzazioni Non Governative Europee per l’Aiuto e lo Sviluppo) hanno promosso perlunedì 5 maggio Roma (Sala Cristallo dell’Hotel Nazionale, Piazza Montecitorio, 131, ore 10-13), in vista delle prossime Elezioni Europee del 25 maggio, un incontro con i candidati di tutte le forze politiche, con le organizzazioni e con le campagne della società civile italiana, per presentare l’appello denominato Verso un’Europa solidale cui hanno già aderito candidati di diversi schieramenti.
Il documento verrà presentato da Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore e da Francesco Petrelli, portavoce di CONCORD Italia, durante l’incontro del 5 maggio, che verrà moderato dalla giornalista di RAI News 24 Elisa Marincola.

Ma cosa chiedono, in particolare, le organizzazioni promotrici, nel documento-appello il cui titolo completo è Verso un’Europa solidale. Equità, Inclusione, Sviluppo Sociale, Cooperazione, Pari Opportunità? Chiedono un impegno concreto sui seguenti cinque punti specifici:
- Rafforzare la dimensione sociale dell’Unione economica e monetaria, valorizzando l’economia sociale e tutti i soggetti di Terzo Settore.
- Combattere la povertà e la diseguaglianza, dare pari opportunità di occupazione a tutti i cittadini e le cittadine europee: giovani, donne, persone con disabilità.
- Sostenere l’impegno dell’Europa per lo sviluppo e la lotta alla povertà nel mondo, mantenere gli impegni economici dello 0,7% del Prodotto Interno Lordo (PIL), ascoltare le voci della società civile per definire dopo il 2015 una nuova agenda globale per lo sviluppo e la lotta alla povertà.
- Riformare le politiche europee sull’immigrazione e impegnarsi per una nuova cultura dell’accoglienza per i migranti, del rispetto dei diritti umani e del co-sviluppo, abbandonando l’ottica dell’Europa “securitaria”.
- Promuovere la riforma del sistema finanziario. (A.M. e S.B.)

Ricordiamo ancora che il testo del documento-appello intitolato Verso un’Europa solidale, che il Forum Nazionale del Terzo Settore e CONCORD Italia presenteranno il 5 maggio a Roma, è disponibile integralmente.

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

stampa@forumterzosettore.it (Anna Monterubbianesi)

 

Leggi anche il manfesto per le elezioni europee elaborato dell'EDF (European Disability Forum) 

“Caro Deputato…” un manifesto per l’inclusione delle persone con disabilità* 


(tag Europa | diritti | accessibilità) 02/05/2014
Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata