Logo Fiadda.it


Anche la Svizzera ratifica la Convenzione

Si sono molto impegnate per anni e ora esprimono tutta la loro felicità, le persone con disabilità della Svizzera e le loro organizzazioni, per la ratifica della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, che avverrà oggi a New York da parte dei rappresentanti della Confederazione Elvetica, 144° Paese (più l’Unione Europea) a procedere a questo fondamentale passaggio

 

Fonte: superando.it - Avverrà oggi formalmente, presso la sede delle Nazioni Unite, la ratificadella Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità da parte della Svizzera, che diventerà così il 145° Paese(compresa l’Unione Europea) a procedere su questa strada (si veda anche l’elenco che qui in calce proponiamo aggiornato a oggi).

Si tratta di una notizia che diamo con grande piacere, dopo avere via via seguito, in questi ultimi anni, il complicato iter di tale passaggio, e avere registrato con soddisfazione il grande impegno delle persone con disabilità elvetiche e delle loro organizzazioni, per ottenere questo fondamentale risultato.


«Oggi – si legge in una nota di Égalité Handicap, centro svizzero specializzato nelle questioni legate al diritto alla parità da parte delle persone con disabilità, con sezioni sia in lingua francese, che tedesca e italiana -, quelle persone e quelle organizzazioni esprimono la loro felicità per la ratifica e intendono impegnarsi da subito a fare il possibile affinché la Convenzione, che entrerà in vigore nel nostro Paese tra trenta giorni, venga applicata. In tal senso la nostra organizzazione sta già valutando quali misure dovrà adottare da oggi la Confederazione da oggi in avanti per garantire l’applicazione del Trattato».

Nel dettaglio, la recente approvazione alla ratifica da parte dell’Assemblea Federale, ha portato il Consiglio Federale a firmare l’atto di adesione il 9 aprile scorso. Quest’ultimo documento è stato portato a New York dal consigliere nazionale Christian Lohr e dal presidente del Consiglio Parità di Égalité Handicap Pierre Margot-Cattin.


«La Convenzione – sottolineano ancora da Égalité Handicap – completa il diritto svizzero delle persone con disabilità e favorirà l’eliminazione di molte barriere comportamentali e ambientali che impediscono loro di partecipare autonomamente a tutti gli àmbiti della vita».(S.B.)


Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

Paola Merlini (merlini@egalite-handicap.ch);Caroline Hess-Klein (info@egalite-handicap.ch)


(tag convenzione onu) 15/04/2014
Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata