Logo Fiadda.it


Roma, Imu ridotta per le famiglie che hanno in casa una persona con disabilità grave

imuLe famiglie del comune di Roma, che hanno in casa una persona con disabilità grave, avranno una riduzione dell’Imu. Lo ha annunciato questa mattina il nuovo delegato comunale per le politiche della disabilità Michele Colangelo, nella sua prima conferenza stampa ufficiale dopo il suo insediamento il 14 novembre scorso. “La questione del pagamento dell’Imu è un problema generale e di carattere nazionale, ma nel caso delle famiglie con disabili è una vera emergenza, perché devono affrontare molti costi collaterali – afferma Colangelo – Ne ho parlato con il sindaco Alemanno che ha preso l’impegno di prevedere, a partire dalla prossima scadenza della tassa, a una riduzione per i disabili gravi, per sottolineare che questa è un’amministrazione che guarda alle fasce più deboli della popolazione”.

In tutto sono quattro le proposte per migliorare la vita delle persone con disabilità nel Comune che il delegato ha avanzato agli assessori competenti. “in molti mi hanno chiesto perché ho accettato di ricoprire questa carica alla scadenza del mandato. Credo che in tempi così difficili non si può lasciare scoperto il nodo della disabilità. Le famiglie necessitano di un ascolto quotidiano – sottolinea Colangelo - . Le proposte che ho fatto all’amministrazione non potranno essere provvedimenti strutturali, per la ristrettezza di tempi del mandato, ma iniziative concrete e realizzabili”. Tra queste un progetto sull’autismo, che prevede nei vari municipi “figure specializzate per il miglioramento dell’autonomia”. C’è poi la proposta di rendere più snella la burocrazia per il rilascio dei permessi: “non è possibile che un disabile per avere un pass debba giusticare tutto quello che fa – afferma il delegato – questa idea deve essere superata, le persone con disabilità non possono rendicontare la propria vita”. Per quanto riguarda l’accessibilità, Colangelo ha inoltre illustrato una proposta in collaborazione con l’assessorato ai Lavori pubblici, che prevede un report in tempo reale per verificare se i lavori sono eseguiti secondo le norme di legge: “questo servirà a ridurre i costi, perché anziché scoprire dopo che le cose sono state fatte male, si monitora da subito”. Un altro aspetto che il delegato ha portato all’attenzione dell’amministrazione capitolina è la questione che riguarda gli Aec (assistenti educativi complementari): “con il vicesindaco Belviso e l’assessore De Palo provvederemo a una riforma su tutta la materia e a nuovi criteri di valutazione”. 

Infine per quanto riguarda la mobilità l’idea è di creare un numero dedicato per segnalare i disservizi del trasporto urbano. “A Roma il trasporto pubblico è inaccessibile – aggiunge Colangelo – se i disabili fossero messi nella condizione di poter prendere i mezzi pubblici l’amministrazione risparmierebbe in servizi sostitutivi”. Il delegato alla disabilità ha anche annunciato che dopo il 6 gennaio insieme al vicesindaco Belviso presenterà due riforme strutturali: quella dell’assistenza domiciliare e quella per il trasporto. (ec) 

 

Fonte: Redattore Sociale


(tag territori) 21/12/2012
Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata