Logo Fiadda.it


Belen la farfallina, io la carrozzina?

giornali stropicciatiRiceviamo e pubblichiamo la lettera di Andrea Venuto, giornalista di SuperAbile, protagonista di uno spiacevole episodio di disinformazione. O meglio, informazione scorretta.

 

 

 

 

servizio del TG La7 sottotitolato da Fiadda onlus. Clicca qui per vederlo su Youtube

 

Lettera aperta al direttore del tg la7 Enrico Mentana a seguito di questo servizio: “Il ministro e il malato, faccia a faccia imprevisto”

 

Gentile Direttore,

come disse qualcuno prima di me “io non ci sto!”.

 

Non tanto nel fatto del titolo che ha usato il suo Tg per il servizio andato in onda il 10 luglio: “il ministro e il malato, faccia a faccia imprevisto”, che se vogliamo è ineccepibile (alla lettera) nel significato. Ma non ci sto al fatto che nel servizio sia passato il messaggio del solito “agguato” fatto al ministro sfigato, di turno, che si trova a fronteggiare l’imprevista incursione del solito “sfigato”, di turno, che va a protestare per i tagli di governo…

 

Caro Direttore, sicuramente il suo collaboratore presente alla presentazione del rapporto annuale dell’Inail, luogo del fatto, ha peccato di “mestiere”. Io, oltre ad essere malato, svolgo anche l’attività di giornalista. Sa, in Italia, uno straccio d’iscrizione ad un Ordine professionale non si nega a nessuno. Capisco che palesarsi all’intervistato e ai colleghi presenti non basta, mica ho il tesserino stampato in fronte, ma strumentalizzare quella che è stata un’intervista (tra l’altro cortesemente rilasciata dal Ministro Fornero ad un giornalista, non solo ad un malato) non mi sembra corretto nel momento in cui non si è almeno esaustivi nell’informazione. Non crede che, se ragionassi da suo collega (non solo quando ha il raffreddore, quindi anche lei malato), la notizia, semmai, poteva essere: “giornalista, nonostante una grave disabilità….etc etc…intervista ministro Fornero…etc etc”?

 

Vede, è ovvio che essendo un giornalista di superabile.it (portale informativo sui temi della disabilità) tratto prevalentemente argomenti legati alla mia condizione fisica, ma se ha voglia le potrei raccontare della mia attuale trasmissione televisiva, dell’essere stato giornalista non solo di testate “sociali”, dell’aver fatto l’esame da Pubblicista al telefono perché la sede dell’ordine dei giornalisti del Lazio è tanto prestigiosa quanto inaccessibile, della stessa storia per quando facevo gli esami della mia facoltà (inaccessibile) al bar di fronte all’ateneo. Oppure le potrei raccontare di quando ho consegnato gli elenchi del telefono (portali con la carrozzina elettrica era un vantaggio) oppure venduto prodotti per la casa porta a porta. O anche, in conclusione, cosa significa lavorare per una impresa sociale che, quando fa troppo bene il suo lavoro (quindi con fatturati rilevanti), si trova a dover mettere le persone in cassa integrazione perché il mercato del profit, e magari anche la politica, gli dichiarano guerra.

 

Il nostro collega, autore del servizio del quale stiamo parlando, mi assimila alla parte più sfortunata e debole del Paese. Tale non mi sento. È sfortunato chi perde il lavoro, chi perde un figlio giovane, chi si accorge di non amare abbastanza quando è troppo tardi, etc etc.

 

Caro Direttore, probabilmente anche io ho la mia “farfallina”, ma con la differenza che la mia si vede per forza…

Andrea Venuto (anche giornalista)

 

leggi anche Caro Mentana, io non ci sto! pubblicata su superando.it

leggi la "vera" notizia: Lavoro, il Ministro Fornero: "sicurezza necessaria per la crescita pubblicata su superabile.it


(tag nazionale | welfare | lavoro | video | diritti) 11/07/2012
Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata