Logo Fiadda.it


Insulti alle persone con disabilità, l'Unar apre un'istruttoria*

discriminazione"L'Unar ha già aperto una propria istruttoria provvedendo a segnalare alla Polizia postale il grave fatto, al fine di evitare il diffondersi di questi atti discriminatori che le ledono la dignità e i diritti umani".

 

Fonte: redattoresociale.it - Così Massimiliano Monnanni direttore dell'Unar, l'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della presidenza del Consiglio dei ministri presso il dipartimento delle Pari opportunità commenta attraverso una nota gli insulti offensivi apparsi sul sito www.umoremaligno.it nei confronti delle persone disabili. "Grazie anche all'attività di monitoraggio dei media che l'ufficio svolge quotidianamente - aggiunge Monnanni - riusciamo ad individuare, combattere e contrastare ogni forma di discriminazione intervenendo tempestivamente per garantire l'effettività del principio di parità di trattamento fra le persone".
Il riferimento è a un sito internet che parla di “handicappati da sopprimere in culla o da eliminare alla prima occasione”, dove si scrivono volgarità che ledono la dignità delle persone (di tutte le persone) e si istiga alla violenza fisica, sessuale, psicologica.

Forse (magari) sarà stato il caldo che ha dato alla testa a coloro che si sono messi al computer a scrivere frasi offensive della dignità delle persone. Di tutte le persone. Non solo di quelle oltraggiate in quelle parole sciocche ma anche di quelle che le leggono. O forse il caldo non c’entra nulla, visto che quel sito pubblica fesserie in tutte le stagioni. Un sito che non ha nulla di satirico ma tutto di stupido, un coacervo di inutili idiozie che non meriterebbe alcuna pubblicità ma solo di essere seppellito nel silenzio, se non fosse per le offese; dove chi scrive – blogger con qualche qualità artistico-giornalistica (sui singoli profili in rete e relativi blog il livello è migliore, nell’intanto dichiarato di non fare satira scontata) ma che si sopravvalutano enormemente, sembrano molto frustrati e, soprattutto, hanno pochi scrupoli sull'uso della provocazione - lo fa mantenendo nascosta l’identità, forse (magari) per un residuo di senso di vergogna. 

Intanto, in merito al post pubblicato non ieri, ma il 18 giugno scorso e relativo alle persone con disabilità, si stanno intensificando i commenti provenienti da varie parti. Per il Pd la responsabile nazionale per i diritti dei disabili Ileana Argentin parla di “vergogna civica” e chiede “che il sito venga oscurato il prima possibile”, annunciando che presenterà “un’interrogazione parlamentare al ministro competente perché vengano presi seri provvedimenti penali”.Continua la deputata Pd, donna con disabilità che si muove su una sedia a ruote: ”Sono felice della mia vita e non la cambierei con quella di nessun altro. Non tollero l’idea che qualcuno possa metterla in discussione. Forse - conclude Argentin - la parola handicap dovrebbe essere usata per chi scrive deliri del genere. La diversità è un valore, un patrimonio ma c’è chi non lo vuole capire”. (ep) 

 

per sapere cosa fa l'UNAR, visita il sito

 

*Titolo originale. "Insulti ai disabili, l'Unar apre un'istruttoria"


(tag nazionale | convenzione onu | diritti) 05/07/2012
Fiadda onlus | Via del Labaro 175 - 00188 Roma | tel/fax 06 45492150 | sms 331 9416873 | Codice Fiscale 95012690103
Sviluppatore: Luciano Ferraro - Area Privata